Come rendere potabile l’acqua

In situazioni outdoor e bushcraft è fondamentale sapere come rendere potabile l’acqua. Non sempre infatti avremo vicino un corso d’acqua o una fonte di acqua immediatamente potabile, per questo è fondamentale conoscere le tecniche per rendere potabile l’acqua.

Come trovare l’acqua potabile in natura

L’acqua può essere trovata in diversi luoghi della natura, ma è importante sapere dove e come trovarla prima di avere sete! Ruscelli e fiumi – Dato che è il luogo in cui l’acqua si trova naturalmente, non deve sorprendere che sia il posto più ovvio per trovare acqua potabile in natura. Ogni volta che ci si imbatte in un fiume o in un ruscello, si può essere quasi certi che qui ci sarà acqua da bere. Tuttavia, è bene ricordare che, in termini di acqua potabile, non tutti i ruscelli sono uguali. Paludi e acquitrini – Sebbene le paludi e gli acquitrini siano decisamente sconsigliati come fonte d’acqua, nel caso in cui non abbiate altra scelta se non quella di berne, ci sono alcune cose che potete fare per assicurarvi di non essere colpiti da diarrea o altre infezioni allo stomaco. In primo luogo, non bisogna assolutamente bere l’acqua così com’è. Dovete invece raccoglierla in un contenitore, lasciarla riposare per circa 24 ore e poi filtrarla attraverso una bandana o un panno. In questo modo le sostanze chimiche presenti nell’acqua potranno fuoriuscire. Sorgenti – Le sorgenti sono una fonte affidabile di acqua, ma non sono adatte per essere bevute. L’acqua contenuta in esse è contaminata da minerali, che possono conferirle un cattivo sapore e causare problemi digestivi. Per ridurre questo effetto, si può far bollire l’acqua e lasciarla riposare a lungo prima di berla. In alternativa, si può utilizzare un agente sterilizzante chimico come lo iodio per pulirla.

Tecniche per rendere l’acqua potabile

Se vi trovate in una situazione in cui non siete sicuri della qualità della vostra fonte d’acqua e dovete renderla potabile, potete utilizzare uno di questi metodi per filtrare e pulire l’acqua. Trattamento con sostanze chimiche – La purificazione dell’acqua con sostanze chimiche è il metodo più semplice per pulirla. Sebbene due comuni prodotti chimici per uso domestico siano talvolta raccomandati – la candeggina e lo iodio – non sono sempre consigliati in situazioni di outdoor e bushcraft. Il motivo è che uccidono i batteri, ma anche i batteri buoni del nostro stomaco, il che può causare problemi digestivi. Trattamento con il calore – Quando si tratta di purificare l’acqua con il calore, la bollitura è la scelta più ovvia. Tuttavia, bisogna tenere presente che per uccidere tutti i batteri è necessario far bollire l’acqua per almeno 10 minuti, quindi bisogna avere abbastanza tempo prima di berla. Se avete fretta, potete anche portare l’acqua a ebollizione. Trattamento con luce UV – La luce UV può essere utilizzata per purificare l’acqua e non utilizza sostanze chimiche. Funziona perché la luce UV uccide i batteri, i virus e i parassiti presenti nell’acqua, rendendola sicura da bere. I depuratori d’acqua a raggi UV sono disponibili in varie forme e dimensioni, per cui è possibile trovarne uno adatto alle proprie esigenze.

Depuratori d’acqua commerciali

Filtri dell’acqua PUR – I filtri dell’acqua PUR sono un’ottima scelta se cercate un depuratore d’acqua facile da usare, leggero e conveniente. Sono dotati di un tappo a rotazione che consente di collegarli rapidamente a una bottiglia d’acqua, facilitando il filtraggio dell’acqua in viaggio. I filtri possono essere puliti e riutilizzati, il che li rende molto resistenti. Filtri per acqua MSR – I filtri per acqua MSR sono semplici e lineari, ma svolgono egregiamente il loro compito. Sono leggeri e possono essere fissati a una borraccia. I filtri hanno un’ampia superficie che consente di pulire una grande quantità d’acqua in poco tempo. Filtri per l’acqua NUVO – I filtri per l’acqua NUVO sono simili ai depuratori UV, in quanto sono leggeri e possono essere fissati a una bottiglia d’acqua. Sono facili da usare e possono pulire fino a 99 litri di acqua prima di dover essere sostituiti. Non richiedono elettricità o batterie per funzionare, quindi sono un’ottima scelta per le attività all’aperto in cui l’elettricità potrebbe non essere facilmente disponibile.

Le borracce filtranti

Le borracce con filtro sono un’ottima scelta per le attività all’aperto in cui è necessario avere accesso ad acqua pulita, ma non si ha il tempo di bollirla. Queste borracce sono dotate di un filtro incorporato in grado di rimuovere batteri, virus e parassiti dall’acqua, rendendola sicura da bere. Le borracce sono leggere e portatili, quindi sono ideali per le escursioni e i viaggi con lo zaino in spalla. L’unico inconveniente è che possono pulire solo circa 16-20 once d’acqua, quindi dovrete riempirle spesso se siete in gruppo. Le borracce con filtro sono un’ottima scelta per le attività all’aperto in cui è necessario avere accesso ad acqua pulita, ma non si ha il tempo di bollirla. Sono dotate di un filtro incorporato in grado di rimuovere batteri, virus e parassiti dall’acqua, rendendola sicura da bere. Sono leggere e portatili, quindi sono ideali per le escursioni e i viaggi con lo zaino in spalla. L’unico inconveniente è che possono pulire solo circa 16-20 once d’acqua, quindi dovrete riempirle spesso se siete in gruppo.

Come scegliere una borraccia con filtro

Quando si sceglie una borraccia, bisogna tenere presente che alcune bottiglie d’acqua non sono progettate per essere utilizzate con un filtro, mentre altre potrebbero esserlo. Il modo migliore per scoprirlo è leggere la descrizione del prodotto della borraccia che vi interessa. Se non c’è scritto che è possibile utilizzare un filtro, probabilmente è meglio evitarla perché non sarà in grado di fornire acqua pulita. Non è necessario che la bottiglia abbia un filtro incorporato; è possibile acquistare un filtro separato e collegarlo alla bottiglia d’acqua. Questa è un’ottima scelta se avete già una bottiglia d’acqua che vi piace, ma non è dotata di filtro.

Conclusione

Quando si è all’aperto, è importante sapere come rendere l’acqua potabile. L’ideale sarebbe trovare un fiume, ma non sempre è possibile. In questi casi, è possibile utilizzare diversi metodi per pulire l’acqua, tra cui prodotti chimici, calore e raggi UV. Sono disponibili anche depuratori d’acqua commerciali, che possono essere applicati alle bottiglie d’acqua. Quando si sceglie una bottiglia d’acqua con filtro, è necessario assicurarsi che sia compatibile con il filtro.

Lascia un commento